Nuovo Post (April 01, 2018 at 12:26PM)


GUERRA DIPLOMATICA #UE-#USA-#RUSSIA: L’OCCIDENTE REAGISCE ALL’AZZARDO DI PUTIN… La recente decisione da parte di USA, #GranBretagna e larga parte dei Paesi UE di procedere all’espulsione di un centinaio di diplomatici russi a seguito del caso #Skripal – il tentato omicidio di una ex #spia #Russa su territorio #inglese, episodio che come sapete ha visto porre in serio pericolo l’incolumità di alcuni cittadini britannici a causa dell’utilizzo di un’arma #chimica in un contesto pubblico – è una decisione che fa riflettere e rappresenta a mio avviso un momento infelice per le relazioni internazionali, che non riuscendo a fare sintesi attraverso gli abituali canali diplomatici, sono vittima di *un escalation che ricorda molto l’epoca della #guerrafredda*. Seppur in un quadro politico in cui l’Amministrazione #americana sostiene con decisione un rapporto cooperativo e di collaborazione con la Russia, favorito anche da un clima di pregressa amicizia personale tra i presidenti #Trump e #Putin, #Washington in quest’occasione ha sottolineato con gli alleati europei l’importanza di un *messaggio di coesione*, unità e pronta reazione del mondo atlantico che forse da troppo mancava. Una risposta così dura, molto significativa sul piano politico, si colloca in realtà in una scenario non del tutto evidente a prima vista: la necessità di *arginare l’atteggiamento di #Mosca*, che da diversi anni si è resa protagonista di ripetuti “test” sul grado di tenuta del sistema collettivo di difesa #Atlantica, in un continuo – spregiudicato ed astuto – tentativo di “erosione” delle posizioni occidentali. L’amministrazione USA precedente appariva rinunciataria, da questo punto di vista, ad esempio quando si è trattato di ottenere l’istituzione di una commissione d’inchiesta sulle violazioni dei diritti umani e per crimini di guerra in Siria e sull’influenza preponderante da parte iraniana nell’azione di destabilizzazione del Medio Oriente, lasciando così campo libero a quanti si dichiarano antagonisti degli Stati Uniti, ma anche dell’intero sistema occidentale; il Presidente Trump invece *non ci sta*. Come Presidente del Global Committee for the Rule of Law – Marco Pannella non posso che sostenere ogni azione finalizzata al ripristino dei principi di legalità internazionale che sono il caposaldo dei valori occidentali: tema collaterale, è l’atteggiamento che su questa partita assumerà il nuovo #Governo italiano, in via di formazione: banalizzando, Trump o Putin? Personalmente, credo convintamente che l’esecutivo saprà mantenere la tradizionale linea del nostro Paese che, nonostante le differenti sfumature e declinazioni, poggia sulla preminenza del riferimento atlantico ed europeo nel tema della sicurezza, come da settanta anni a questa parte, in particolare dell’art. 5 del Trattato di Washington che sancisce la *responsabilità collettiva* quando ci sono rischi per la sovranità nazionale… E per Voi? Trump e valori occidentali e atlantici, OPPURE assertività di Putin…? DITE LA VOSTRA…e con l’occasione, Buona Pasqua di Risurrezione a tutti! <3


Pubblicato sulla mia pagina facebook, qui il post originale.


©2020 Giulio Terzi

Log in with your credentials

pergot your details?